mercoledì 23 novembre 2011

Alice nel paese delle meraviglie (Alice in wonderland), 2009

alice_in_wonderland_poster_2-480x710


Regia di Tim Burton, con Mia  Wasikowska ( Alice), Helena Bonham Carter (Regina di Cuori), Johnny Depp (Cappellaio matto), Anne Hataway (Regina Bianca)


Alla sua festa di fidanzamento Alice vede un coniglio bianco che cerca di attirare la sua attenzione; lo segue e precipita in una tana nel bosco, arrivando nel  magico Paese delle Meraviglie.
Qui tutti i personaggi, dal Cappellaio Matto a Pinco Panco e Panco Pinco, dallo Stregatto al Brucaliffo, paiono riconoscerla, e anche ad Alice sembra di averli già visti: infatti sono tutti personaggi di un vecchio sogno che la tormentava quando era bambina.
Nel tentativo di tonare a casa, Alice scopre di una profezia in cui una coraggiosa guerriera col suo stesso nome salverà il Paese delle Meraviglie dalla tirannìa della Regina Rossa, riportando sul trono la dolce Regina Bianca….




Come tutti potrete immaginare, questo film era da me attesissimo: figuriamoci che ho anche prenotato il biglietto per la prima visione per paura di non riuscire a vederlo subito!
La combinazione tra Alice, Tim Burton e Johnny Depp era per me peggio di cento calamite…
Risultato di tutta questa febbrile attesa? Una mezza delusione! L
Non che il film non mi sia piaciuto per nulla: anzi, l’ho trovato molto gradevole e certamente ne consiglio la visione. Però….
Innanzitutto, troppi cambiamenti nella storia: anche il genio di Tim Burton non ha eliminato la mia propensione a vedere le mie storie preferite fedeli al testo orginali, o almeno, abbastanza fedeli.
Già il fatto di trovare un’Alice adulta non mi convinceva, nonostante poi l’attrice Mia Wasikowka mi ha pienamente soddisfatto a livello interpretativo; ma poi, inventare tutta questa storia del fidanzamento, trasformare il Paese delle Meraviglie in un regno cupo e triste nel quale è stata bandita la gioia, e mostrare un’Alice guerriera  mi ha dato abbastanza fastidio. 
Certamente si può dire che, rispetto al cartone Disney e a tratti allo stesso libro, questo film presenta un filo narrativo più continuo.
Gli interpreti sono comunque bravi ed efficaci: spassosa Helena Bonham Carter nel ruolo della ridicola e tirannica Regina Rossa, originale il Cappellaio Matto un po’ pazzo un po’ malinconico di Johnny Depp, dolce e carina la Regina Bianca di Anne Hathaway(su questo, possiamo dare merito al regista di aver reintrodotto un personaggio eliminato solitamente dagli altri adattamenti cinematografici).
Effetti speciali e scenografie notevoli, soprattutto in 3D( quando Alice cade nel buco, e tutte le comparsate dello Stregatto), non sono comunque riusciti ad accattivarmi del tutto il film, per via dei difetti già detti.
Peccato, perché comunque merita….poteva essere un capolavoro!



Nessun commento:

Posta un commento