domenica 23 novembre 2014

Vita da strega (Bewitched),1964-1972




Regia di William Asher , con Elizabeth Montgomery (Samantha Stephens),Dick York/Dirk Sargent (Darrin Stephens), Agnes Moorhead (Endora), David White (Larry Tate),Marion Lorne (zia Clara),Alice Pearce (Gladys Kravitz),George tobias (Abner Kravitz),Erin Murphy (Tabatha Stephens),David Lawrence (Adam Stephens), Maurice Evans (Maurice).


Samantha e Darrin Stephens sono due simpatici coniugi americani con una vita normale: lui pubblicitario, lei casalinga. C'è solo un piccolo particolare: Samantha è in realtà una strega che ha rinunciato a vivere nel mondo della magia per amore, ma che ha mantenuto intatti i propri poteri. Pur cercando di vivere il più normalmente possibile senza i poteri magici le situazioni in cui la particolarità di Samantha viene fuori sono sempre in agguato, anche a causa dei vari parenti di Samantha che gravitano attorno a casa Stephens, a cominciare dalla terribile madre Endora, che non ha mai accettato la decisione della figlia e per questo è sempre ai ferri corti con il genero....


"Vita da strega" è sicuramente uno dei telefilm più amati della storia della tv, tanto da aver dato il via (assieme al quasi contemporaneo "Strega per amore")a un filone di telefilm "Fantasy" che continua ancora oggi; tant'è vero che la serie è stata citata più volte in uno dei telefilm in questione ("Streghe", in cui c'è stata addirittura una puntata-omaggio) e nel titolo italiano di un'altra ("Sabrina, vita da strega").
I meriti del successo possono essere tanti: una trama semplice e simpatica con elementi fantastici, un cast di attori bravi e affiatati, una buona regia e sceneggiatura, assenza di violenza e volgarità che forse sarebbe da riscoprire: tutti elementi che nei vecchi telefilm americani non mancavano mai, se ci si pensa.
E' uno dei telefilm della mia infanzia, lo guardavo sempre con mia mamma (fan della prima ora)e- come credo tutti i bambini che abbiano mai visto una sola puntata- quante volte ho provato a muovere il naso come Samantha?!

Su "mymovies" ho trovato scritto questo: "Vita da strega" è stata una delle tante serie televisive ed una delle più sciocche. Una di quelle appunto che hanno contribuito ad instupidire le masse tra nuvole di zucchero filato e la rappresentazione della classe media americana, obbligata ad uno status banale e convenzionale. Erano le avanguardie dei personaggi di Oltre il giardino e Forrest Gump, vale a dire: statevene a casa e fate i bravi. Ed infatti il personaggio del marito della protagonista era interpretato da Dick York, attore mediocre dall'espressione stolida. Era il trionfo del matriarcato. Nata negli anni 60, la serie si è protratta oltre il sopportabile. La protagonista era l'insipida figlia dell'attore Robert Montgomery, di qualche fama negli anni 40: Elisabeth Montgomery."...non sono proprio d'accordo!
A parte che bisognerebbe smetterla di prendere noi poveri spettatori come degli idioti che prendono per oro colato tutto ciò che arriva dal tubo catodico (e in questo caso si sta prendendo per rintronati almeno due generazioni di persone in tutto il mondo...tutti deficienti?), è chiaro che la trama oggi risulta anacronistica, ma è anche vero che rappresenta una classe media americana che, per molti aspetti viveva così. Non sono nemmeno d'accordo sul fatto che Elizabeth Montgomery fosse insipida: è vero, non l'ho mai vista in altri ruoli, ma l'ho sempre trovata bella, simpatica, un personaggio e un'attrice gradevole; a volte anche questo può bastare. Agnes Moorhead era un'attrice che prima di approdare alla tv con il ruolo di Endora ha fatto molto cinema e uno dei due attori che hanno interpretato Darrin (non ricordo più se Dick York o Dick Sargent) ha lavorato anche nella serie Tv "Alfred Hitckock presenta"...tutti cretini?!
Forse certi critici prima di scrivere dovrebbero recuperare il piacere di vedere un prodotto senza sovrastrutture e senza considerarsi dei onnipotenti sempre dalla parte della ragione rispetto a noi poveri mortali.
Solo così forse potrebbero godersi i battibecchi con  la terribile guastafeste Endora (che non rinuncia mai a mettere lo zampino per fare un dispetto al povero Darrin), a ridere delle strampalate idee dello zio Arthur e della svampitaggine della zia Clara, o dei vicini: l'impicciona Signora Kravitz, sempre sul punto di scoprire quale segreto nascondono quelli che ritiene una strana coppia, e l'impassibile Abner.
O forse potrebbero anche apprezzare la bella sigla a cartoni animati, chissà che non li addolscisca un po' e non ritrovino il piacere di telefilm come questo nel marasma di serie tv piene di omicidi, violenza e cadaveri a cui, a quanto pare, si sono purtroppo abituati!







4 commenti:

  1. La ricordo con piacere anche se non sono un'amante delle serie televisive. Molto meno stupide di altre attuali e veramente penose.
    L'attrice era caruccia e faceva bene la sua parte, non parliamo della grande Agnes che è stata una caratterista di prim'ordine!...
    Eh , questi critici, alcuni dovrebbero essere messi al rogo!
    Bacio Tiziana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che altro non se ne capisce l'utilità...per dire "mi è piaciuto" o "non mi è piaciuto" lo posso fare pure io.

      Elimina
  2. Ciao :-)
    Io non ero ancora nata, ma ho visto qualche puntata dato che ogni tanto ripropongono questo telefilm in tv e devo dire che lo trovo piacevole e divertente.
    Mymovies in ogni caso parla male praticamente di tutto, è meglio non tenerlo in considerazione ;-)
    E poi ho adorato "Sabrina, vita da strega" :D
    baciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo leggo spesso "My movies....allora è un vizio!

      Elimina